BORSETTA ESTIVA PIASTRELLE GRANNY

Ciao a tutti!!!

Finalmente sono tornata! Ho avuto tanto da fare con la casa nuova, ma non abbandono mai una delle mie passioni preferite!

Allora, vista la bella stagione e visto che siam sempre più propensi col caldo a passeggiare e passare più tempo possibile all’aperto, ho deciso di farmi una borsettina fatta a piastrelle Granny, non impegnativa, grande abbastanza per contenere soltanto telefono, chiavi e poco altro ancora.

Questa borsetta misura 15 x 22 x 8 cm, ed è stata realizzata con scampoli di cotone colorato da lavorare con l’uncinetto n. 3, tracolla a parte, che ho realizzato con altro scampolo di cotone color nero da lavorare con uncinetto n. 4 ed ho realizzato la lavorazione con gli uncinetti indicati.

La misura della tracolla è di 106 cm c.a.

Vi lascio lo schema della piastrella, che per gli amici che mi seguono, conosceranno a memoria, e quello dell’assemblaggio, che ho studiato in maniera semplicissima per velocizzare la realizzazione.

 

Come fodera ho utilizzato semplicemente uno scarto di una t-shirt di cotone nero e come chiusura ho realizzato una catenella al vertice dell’incrocio della parte superiore delle ultime due piastrelle nella parte anteriore della borsa ed ho inserito un bottone al centro della parte inferiore del retro della chiusura (allego foto che è meglio).

dav

Non mi resta che augurarvi buon lavoro, e dirvi che se l’idea vi è piaciuta di fatemelo sapere con un like o con un commento!

Mi piacerebbe realizzare anche un bel maglione a piastrelle Granny per quest’inverno, semplice, semplice, in modo che tutti possiate realizzarlo con piacere e tanto entusiasmo…vediamo se riesco a cominciarlo nei prossimi mesi.

Vi saluto e vi auguro una buona estate. Ciao…dal vostro capitano!:)))))

 

dav

 

dav

Scialle punto ragno

 

scialle punto ragno (17)

Ciao a tutti e bentornati nella pagina del Capitano!

Come sapete, nel mio blog mi piace condividere con voi, oltre ai miei progetti, anche i lavori a cui mi ispiro o realizzazioni molto interessanti che riesco a trovare sul web, questo ne è un classico esempio: progettato dalla grande Francesca, l’ho realizzato in un anno circa, perché lavorato ad avanza tempo. Il risultato è fantastico, bellissimo. Uno scialle elegante, pensato per essere indossato sia d’inverno che nelle fresche sere di primavera.

Questo è il collegamento al videotutorial che ho seguito Scialle parte I , parte II vi consiglio di farlo perché la bravissima Uncinettorfra non solo ha realizzato il video da seguire, ma sul suo blog ha realizzato un comodissimo schema da lavorare con facilità senza dover necessariamente accendere il pc.

Un lavoro forse un po’ impegnativo, ma vi assicuro, come potete constatare dalle foto, dalla massima resa…

scialle punto ragno (1)

 

Per chi decidesse di cominciarlo, io l’ho allungato leggermente eseguendo due ragnetti in più ed ho sistemato le frange in un archetto si ed uno no a differenza del lavoro originale che lo vorrebbe ad ogni archetto e nel mio caso, mi è avanzato un etto di lana…

Quindi, ancora una volta un ringraziamento speciale a Francesca, e a tutti voi, vi invito come sempre a lasciarmi un bel mi piace, se avete apprezzato il lavoro, l’articolo o il suggerimento di lasciare pure qualche commento…(non siate timide, vedo che ci sono tante visualizzazioni per tanto non esitate a contattarmi! Un abbraccio).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Maglioncino per cane punto Missoni

Maglioncino punto zig zag (8)

Ciao a tutti e bentornati nella mia pagina!

Oggi voglio presentarvi questo modello di maglioncino per cagnolino, che ho sviluppato sempre per il mio Paul, stavolta però, invece di studiare un modello basilare ho voluto realizzarlo con lo splendido punto Missoni. Non è assolutamente difficile, però non lo consiglio alle principianti a meno che non debbano lavorare questo modello esattamente così come si presenta.

È un modello che ho realizzato sempre per un beagle di taglia media e misura 38 x 29 c.a. quindi uguale all’altro, solo 1 cm più stretto di circonferenza (questo voleva essere più aderente).

Ricordo a chi volesse diminuire o aumentare le misure del maglione di calcolare sempre come circonferenza del corpo, una misura che riportata in numero di maglie sia un multiplo di 9.

Se avete delle domande, commenti o qualsiasi altra cosa da comunicarmi, non esitate a scrivermi.

Un abbraccio e come sempre buon lavoro.

 

OCCORRENTE:

Uncinetto n. 3,5, quattro tipi di lana di colore diverso (nel caso specifico beige, grigio, rosa e azzurro).

 

COLLETTO:

Lavorare 14 m.a. in costa, stavolta, posteriore per 54 giri. Chiudere il lavoro cucendo entrambi i lati, preferibilmente con l’uncinetto. Ricoprire in senso latitudinale il colletto di m.b. inserendole in ogni costa in questo modo: *2 m.b. + 2 m.b. + 1 m.b.* ripetere da * a * per tutto il giro ottenendo 91 m.b. Nel giro successivo ricoprire di nuovo il giro di m.b. facendo però 1 dim. ogni 6 m.b., tutto questo per stringere un pochino il collo in modo tale che la misura iniziale diminuisca.

 

Maglioncino punto zig zag (1)

CORPO PARTE I:

 

Cambio Colore. Ricoprire il colletto di 108 m.a. Nel giro successivo eseguire lo schema riportato qui sotto per 10 giri, avendo cura di cambiare colore ogni 2 giri.

Punto Missoni

SEPARAZIONE ZAMPE

 

Eseguire 3 m. bss. + 17 cat. + 26 m.bss. + 17 cat. e SOLO DA QUESTO PUNTO RICOMINCIARE LO START eseguendo le solite 108 m.a. seguendo lo schema punto zig zag.

IMPORTANTE: Sia a metà che alla fine del giro, essendo cambiato il punto di partenza, ci ritroveremo una separazione di 8 m.a. anziché 4. Lasciarla così fino al 25 giro.

Maglioncino punto zig zag (2)

 

CORPO PARTE II:

 

Eseguire un totale di 30 giri ripetendo il modulo zig zag, facendo attenzione al 25° giro di eseguire 4 dim. nel punto in cui si era creata la separazione di 8 m.a. (nello specifico, eseguire 3 dim. nelle prime 6 m. del giro, eseguire 4 dim. dalla 42° alla 49° m. e nell’ultima maglia del giro).

Nel giro 30° eseguire una cat. nei ventagli dell’aumento dopo le prime 2 m.a. del modulo zig zag.

Adesso dobbiamo allungare la parte posteriore del maglione, in questo modo: Nelle 5 punte della parte posteriore, noi partiamo dalla prima, ci infiliamo nella catenella  e lavoriamo sempre il modulo zig zag fino alla 5a punta, cominciando però così –  2 m. bss. + 2 m.b. + 2 m.m.a. e poi sempre in nostro solito modulo in m.a. e terminiamo nello stesso modo, solo in maniera speculare 2 m.m.a + 2 m.b. + 2 m.bss. tutto questo per terminare l’innesto in maniera armoniosa. I due giri successivi li faremo, ovviamente voltando il lavoro e ripetendo questo schema però anziché 2 m.bss. ne faremo 4, sia all’inizio che alla fine. Nell’ultimo giro, inseriremo di nuovo nei ventaglietti dell’ aumeno 1 cat. dopo 2 m.a. (vedi schema sotto), questo per accentuare le punte del punto Missoni.

 

RIFINITURE MANICHE:

 

Col beige, ricoprire il foro formatosi di m.b.

Maglioncino punto zig zag (7)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Porta Cartaigienica

Portacartaigienica (5)

Ciao ragazzi! Bentornati nella mia pagina!

Proprio nel mio ultimo articolo parlavo di quanto io adori le piastrelle Granny Square, difatti, siccome avevo bisogno di un portarotolo bello capiente per cartaigienica, ho deciso di farlo all’ uncinetto con la tecnica delle piastrelle Granny Square circolari.

Quello che vi occorre è un uncinetto n. 3, cotone di 4 colori diversi, il preparato con la colla vinilica* ed un barattolo della misura desiderata per poter utilizzare come forma di riempimento per inamidare il lavoro ( Ø 14 cm c.a.).

Il risultato è spettacolare! Simpatico ma allo stesso tempo molto elegante e raffinato.

Buon lavoro a tutti!

1° giro – all’interno del cerchio magico inserire 2 m.a. + 1 cat. ripetendo il mod. per 6 volte.

2° giro – negli spazi in cui abbiamo lavorato la cat. ripetere il mod. di 2 m.a. + 1 cat. per 6 volte.

3° giro – sempre negli spazi creati dalla catenella, inserire il solito mod. stavolta con 1 aum. , quindi 2 m.a. + 1 cat. + 2 m.a. + 1 cat. per 6 volte.

4°/6° giro – negli spazi vuoti dedicati ai mod. ripetere 2 m.a. + 1 cat (tot. 12 volte/ 24 volte).

5°/7° giro – sempre negli spazi dedicati agli aum. procedere lavorando il mod. ripetuto 2 volte, quindi

2 m.a. + 1 cat. + 2 m.a. + 1 cat. (tot. 12/24 volte).

8° giro – ricoprire tutte le maglie presenti di m.b. IN COSTA POSTERIORE per alzare il lavoro

9° – 17° – ripetere i mod. di 2 m.a. + 1 cat. in tutti gli spazi vuoti costituiti dalla cat. per un totale di 24 mod. AD OGNI GIRO CAMBIARE IL COLORE.

18° giro – con lo stesso colore ricoprire tutte le maglie di m.b.

19° e ultimo giro – ricoprire tutte le m.b. con il punto gambero

 

* PREPARATO VINILICO: Munitevi di acqua e Vinavil, miscelate il composto 50% e 50% e con un pennello, stendetelo su tutto il tessuto, ovviamente, una volta messo in tensione e fermato con qualche spillo. Non preoccupatevi se il lavoro assumerà un velo di opacità, sparirà non appena sarà asciutto. Come tempi di asciugatura, consiglio 24 ore.

Portacartaigienica (4)

Come utilizzare gli scampoli di lana?

Ciao a tutti!

L’articolo che oggi ho deciso di pubblicare riguarda l’utilizzo degli scampoli di lana. Spesso mettiamo da parte i filati in avanzo e pensiamo quasi sempre solitamente allo smaltimento di essi tramite piastrelle Granny Square, che tra parentesi, io adoro, ma ci sono alcuni tipi di filati che non si prestano tanto a questo tipo di lavoro, ad esempio la lana sfumata oppure lo scarsissimo quantitativo d’avanzo. Allora generalmente pensiamo al classico cappellino, ma quanti di noi spesso lo portano? E soprattutto, quanto?

Allora vi suggerisco di farci degli utilissimi e meravigliosi scaldacollo, per voi oppure anche da regalare. Secondo me è la soluzione migliore, perché con poco più di un gomitolo di lana o con vari scampoli si possono realizzare davvero dei lavori validi e graziosi. Per esempio, uno scaldacollo colorato realizzato in punto Missoni, è bello da vedere, originale e ci toglie di mezzo tanto scarto inutilizzato.

Oppure della lana sfumata si presta perfettamente per un progetto magari realizzato ai ferri, come ho fatto io, semplicemente lavorato a punto vivagno.

Quindi ecco volevo condividere con voi questa soluzione vantaggiosa d’impiego del materiale in eccesso.

Un abbraccio.

 

 

CUPECAKES UNCINETTO

Capecake (1)

 

Un’ altra chicca presa da  youtube che consiglio a tutti quanti! Sono anni che volevo realizzare proprio questi pasticcini all’uncinetto e finalmente mi sono avanzati un paio di giorni per farli. Avevo trovato anche alla Feltrinelli un libro con tutti amigurumi riguardo la pasticceria realizzata all’ uncinetto, ma questo progetto è velocissimo da realizzare, semplicissimo e in più viene spiegato dalla cara e simpaticissima Francesca che saluto e di cui allego il link Cupcakes Uncinettofra.

Buon lavoro e buon fine dell’anno a tutti!

 

Capecake (3)

 

MAGLIONCINO PAUL

Maglioncino (1)

Ciao a tutti e bentornati nella pagina del Capitano!

Oggi voglio condividere con voi quello che sarà il regalo di Natale per il mio cagnolino e cioè questo semplice e graziosissimo maglioncino per cane.

Si tratta di un progetto che ho ideato per un beagle di taglia media che in totale misura 38 cm x 30 cm, l’ho fatto non troppo stretto, perché, come tutti i padroni del beagle sanno, questa razza tende ad ingrassare (è proprio per questo motivo che il mio Paul necessita di un altro maglioncino…).

È un progetto privo di assemblature, come piace a me, ed è molto, molto veloce da realizzare.

Se il mio lavoro vi piace, fatemelo sapere con un like e per qualsiasi cosa, non esitate a scrivermi e fatemi sapere com’è andata la vostra realizzazione.

Un abbraccio e buon lavoro!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

MATERIALI NECESSARI

150 g DI LANA MISTA DA LAVORARE CON UNCINETTO N. 4, UNCINETTO 4,5 mm

PRIMA DI COMINCIARE…

SUGGERIMENTO: Anche nel caso in cui il vostro cangnolino misuri grossomodo come il mio, vi suggerisco di fare un campione di 12/15 cm per poter assicurarvi che le misure siano corrette anche per voi.

 

UNA CORTESIA: A le care amiche youtuber che hanno intenzione di realizzare un videotutorial su questo progetto, ricordo che sarebbe molto carino e corretto evitare di pubblicare il lavoro altrui, o per lo meno, citare la fonte…

grazie.

Schema maglioncino

COLLETTO

 

Avviare una cat. di 70 m. con la lana nera e lavorare poi 9 giri di m.a. in costa anteriore.

 

COLLO – SPALLA

 

(Cambio colore – azzurro). In questa parte del maglioncino dobbiamo aumentare 32 m.a. in 8 cm, per cui procederemo facendo 4 aum. per 8 giri distribuiti così: *1 aum. + 10 m.a. + 1 aum. + 25 m.a.* ripetendo da * a * nel primo giro, poi nei giri successivi eseguiremo sempre 4 aum. a giro negli immediati punti successivi dell’ aum. precedente. Alla fine degli 8 giri ci ritroveremo con un totale di 102 m.a.
 

SEPARAZIONE ZAMPE

 

Per realizzare l’uscita delle maniche, non dobbiamo fare altro che realizzare 16 cat. + 19 m.bss. + 16 cat. e a questo punto, le 102 m.a. ricominciando lo start proprio da questo punto.

CORPO PARTE I

 

Lavorare 15 giri di 102 m.a.

 

 

CORPO PARTE II

 

1° GIRO – 1 m.a. + 1 dim. + nella m. 51 un’altra dim.

2° GIRO – 100 m.a.

3° GIRO – eseguire 2 dim. nelle maglie successive alle precedenti dim. (ovvero nella 3a e nella 50a m.)

4° GIRO – 98 m.a.

5,6,7, GIRO – ovvero la costola, 98 m.a. lavorate in costa.

Finish cambiando colore e ricoprendo tutte le 98 m.a. di 98 m.b. di lana nera.

 

MANICHE

 

Per ciascuna manica, riagganciarsi con l’uncinetto e la lana azzurra ricoprendo i fori di 30 m.a. lavorate in costa ed il finish sempre cambiando colore e ricoprendo le 30 m.a. di 30 m.b.

 

 

 

Alberelli natalizi

Ciao a tutti e bentornati nella pagina del Capitano.

Oggi voglio proporvi una graziosa decorazione/idea regalo natalizia, si tratta di un amigurumi a forma di alberello natalizio.

Alberelli natale uncinetto (1)

È un soggetto semplicissimo, realizzabile in meno di un’ora. Ci sono tanti videotutorial di questo lavoro su Youtube, ma sono tutti alberelli privi del tronco, allora vi propongo e suggerisco di provare ad eseguire questo grazioso modellino.

Ecco tutto ciò che occorre:

 

  • Filato color rosso, verde e bianco 15 g c.a.
  • Uncinetto n. 3
  • Perline decorative 8 mm
  • Imbottitura per cuscini e simili
  • Nastrino colorato 3 mm
  • Colla vinilica

 

Eccovi lo schema per realizzarlo. Vi auguro buon lavoro e buone divertimento…

 

albero natale

Alberelli natale uncinetto (3)